INCONTRI n°11 – LIGNA

DCF 1.0 Un appuntamento irrinunciabile
Sonia Maritan

La fiera specializzata nelle macchine, negli impianti e negli utensili per la lavorazione del legno, che si tiene negli anni dispari a Hannover, dall’11 al 15 maggio 2015 ha puntato su internazionalità, innovazione e integrazione in rete, in un’edizione che ha riscontrato grande soddisfazione di tutte le parti interessate. Gli eccellenti risultati di LIGNA ne ribadiscono il ruolo di fiera di riferimento mondiale per il settore: dei 96.000 visitatori complessivamente registrati, infatti, circa 40.000 erano di provenienza estera.
I maggiori Paesi di provenienza sono stati Austria, Francia, Italia, USA, Regno Unito, Russia, Belgio, Polonia, Svezia, Cina e Brasile. La percentuale degli addetti ai lavori è cresciuta ancora una volta, passando dal 94% del 2013 al 96% di quest’anno.
L’affluenza di visitatori asiatici ha registrato un importante incremento, passando dai 2.800 del 2013 a 4.700. Dal Medio e Vicino Oriente si è registrata un’impennata dell’86%, e dall’Asia meridionale, orientale e centrale una crescita del 62%. Dal Sud America e dall’America centrale 2.800 i visitatori, anche qui con una netta crescita rispetto al 2013 (1.700).
La rassegna è stata vetrina di un impressionante numero di innovative tecnologie e di sorprendenti scenari di produzione, di grandi macchinari e del rapido avanzamento di Industria 4.0 nella lavorazione e nel trattamento del legno, rivelando i nuovi, elevati standard già raggiunti dalla comunicazione tra uomo, macchina e utensili intelligenti nell’industria del legno e del mobile. Le nuove, pionieristiche tecnologie sono la chiave del successo per l’artigianato, che può così adottare la produzione integrata nel proprio ambito operativo: 1.567 espositori hanno presentato in fiera le loro avanzate soluzioni e tecnologie e i loro innovativi impianti di produzione su un’area di oltre 120.000 metri quadrati puntando i riflettori sulla produzione integrata ad alta efficienza.
Le dimostrazioni dal vivo della produzione di mobili singoli nell’ambito di presentazioni che simulavano l’ambiente di fabbrica hanno riscosso la massima attenzione da parte dei visitatori, che hanno potuto toccare con mano i sorprendenti vantaggi della produzione in rete e raccogliere informazioni a supporto delle loro future decisioni di investimento. Le presentazioni degli espositori hanno messo a fuoco l’economicità e la flessibilità delle nuove soluzioni e sviluppo di Industria 4.0.: le nuove proposte per una produzione di serie personalizzata sono destinate ad avere per anni importanti ripercussioni sull’industria della lavorazione e del trattamento del legno a livello mondiale.

Alcune immagini che si riferiscono all’ultima edizione 2015 della Ligna ad Hannover.

Anche per la lavorazione del legno massello sono state presentate molte nuove tecnologie e innovazioni finalizzate a una maggiore efficienza. E anche qui le luci erano puntate sulla produzione integrata e sull’elevato potenziale di riduzione dei costi delle nuove, sorprendenti tecnologie.
La produzione in rete interessa aziende di ogni dimensione. Anche i falegnami, infatti, hanno trovato alla Ligna soluzioni innovative per processi di produzione efficienti.
Non solo legno però, gli espositori, infatti, hanno dimostrato la flessibilità dei loro macchinari nel trattare molti diversi tipi di materiali; dalle macchine per la lavorazione delle materie plastiche a quelle per i metalli leggeri e i compositi. Una nuova immagine della Ligna dunque, che ha attirato a Hannover anche visitatori della finitura d’interni, dell’industria dei materiali edili e dell’industria automotive.
Da anni ormai, questa fiera è sinonimo di ampia gamma di offerta e presenta l’intera catena di valore del settore. Dalla lavorazione primaria alla lavorazione secondaria del legno, alla logistica, i macchinari esposti hanno consentito di esplorare ogni aspetto della lavorazione e del trattamento del legno: da sistemi di celle produttive intelligenti e integrate ad avanzate soluzioni software; da macchine per artigiani e centri di lavoro per l’edilizia in legno a tecnologie per la finitura delle superfici.
Nel settore della tecnica forestale è stato possibile vedere quest’anno molte macchine di grosse dimensioni, che hanno trovato nell’area scoperta una piattaforma di presentazione eccellente. Il più marcato profilo internazionale era chiaramente percepibile anche in questo settore, dove la presenza di tutta una serie di nuovi espositori sottolinea il richiamo che Ligna esercita in ambito forestale. L’offerta di tecnologia per le segherie puntava le luci sulla maggiore efficienza e sul più elevato valore aggiunto delle nuove dotazioni. Nel settore “Energia dal legno” era dato invece risalto a idee e soluzioni finalizzate all’utilizzo ottimale del legno come fonte energetica. L’innovazione permea di sé anche il settore dei materiali a base legno, la cui offerta rifletteva la sempre maggiore importanza della costruzione in legno. Il settore dell’artigianato ha manifestato un crescente interesse nelle tecnologie CNC.
.