Finiture d’oltralpe: il nuovo impianto per Fauvel

Francia: collaudata agli inizi di ottobre 2018 la linea orizzontale per il trattamento di profili realizzata da Finiture per Fauvel Menuiserie.

Impianto impregnazione orizzontale per profili

L’impianto.

L’impianto si avvale della macchina per l’impregnazione orizzontale di profili Pro Flow Evo1, di casa Finiture. La macchina conta cinque camere indipendenti per l’ingresso, l’impregnazione, la soffiatura e l’uscita del profilo. L’avanzamento dei profili è operato da rulli motorizzati opportunamente scanalati per permettere lo scarico del prodotto in eccesso. Una fotocellula posta in entrata della macchina mette in funzione la pompa di ricircolo e le lame d’aria per il tempo strettamente necessario al trattamento del profilo. Il funzionamento a circuito chiuso garantisce un consumo minimo di prodotto mentre la soffiatura, operata da un sistema di lame d’aria collegato a una turbina soffiante ad alta efficienza, consente un notevole risparmio energetico in rapporto all’utilizzo d’aria compressa.

La macchina è inoltre provvista di un sistema di tubazioni e ugelli per l’automazione del lavaggio interno, ulteriormente facilitato dai rulli trasportatori estraibili. L’apertura laterale facilita inoltre l’accesso alle camere e la loro manutenzione. Il circuito idraulico è costituito da 4 valvole rispettivamente di mandata, aspirazione, carico e scarico. Altre due valvole, opportunamente posizionate, consentono lo svuotamento totale dei circuiti dopo le fasi di lavaggio.

Rulli scanalati estraibili

Rulli scanalati estraibili.

Una volta impregnato, il pezzo passa nel tunnel d’essiccazione Pro Dry grazie a un trasportatore a rulli motorizzati a velocita variabile; il ricircolo d’aria calda e un gruppo di emettitori a infrarossi prima dell’uscita garantiscono un processo rapido ed efficace e limitano al contempo il consumo di energia. Un’apertura variabile nella condotta di areazione permette di regolare il ricambio d’aria per eliminare l’umidità in eccesso.

Dopo il trattamento, i pezzi procedono su una prima rulliera motorizzata per poi essere traslati da un gruppo di spinta pneumatico su una rulliera parallela che si muove in direzione opposta, verso la zona di carico. Nel gruppo di ritorno automatico alla stazione di carico, il pezzo passa attraverso una spazzolatrice a spazzole rotanti per profili a sezione rettilinea o sagomata, di velocità di avanzamento e rotazione regolabili. Un pannello di controllo dall’interfaccia semplice e intuitiva riporta i comandi delle valvole del circuito idraulico e un manometro per misurare la pressione dell’aria della pompa.

Spazzolatrice

Spazzolatrice.

Durante l’intero periodo di realizzazione del progetto, il cliente è stato accompagnato dal responsabile di Finiture France, Gilles Colomb.