Pons torna da Finiture per ampliare suo impianto

È il 2012 quando Pons Menuiserie, azienda produttrice di porte e finestre in legno, PVC e alluminio, si rivolge per la prima volta a Finiture per l’installazione del primo impianto di verniciatura, progetto che pone la cabina di spruzzatura direttamente dopo la postazione di flow coating, per risparmiare spazio.

Nel 2018 Pons torna a rivolgersi a Finiture per ampliare il proprio impianto, inserendo una zona di gocciolamento e una di essiccazione dopo il flow coating. La nuova impostazione permetterebbe dunque un eventuale secondo passaggio di impregnazione per poi passare al circuito di spruzzatura, che inizia con un polmone di accumulo barre per garantire la massima flessibilità nella movimentazione dei pezzi, operata da trasportatore aereo a barre Push & Pull. Ogni barra è supportata da due carrelli per garantire perfetta stabilità anche in caso di pezzi di grandi dimensioni o non perfettamente centrati, In determinati punti del circuito si possono creare zone di sosta Stop & go e accumulo barre per agevolare operazioni di carico-scarico, verniciatura ed essiccazione.

impianto Pons

Parte del nuovo impianto.

Prima di entrare in cabina di spruzzatura, i pezzi attraversano uno scanner ottico mobile che elabora un’immagine digitale del pezzo da verniciare; l’immagine viene poi gestita ed elaborata dal pannello di controllo che, in base ai parametri preimpostati, sviluppa il programma di verniciatura per il robot antropomorfo RAS. In questa sede, il trasportatore mette in moto un sistema di rotazione per permettere la verniciatura di entrambi i lati del pezzo. Il processo è completamente automatizzato.

Dopo la verniciatura, i pezzi si muovono verso il tunnel di essiccazione dotato di sistema LDP e ventilatori assiali, che estrae l’umidità, accorcia i tempi di essiccazione e garantisce parametri di temperatura e umidità costanti, indipendentemente dalle condizioni ambientali.

impianto Pons

Tutte le funzioni sono direttamente accessibili e impostabili dal pannello di controllo. Il software include un sistema di sicurezza e di monitoraggio delle condizioni di funzionamento. In caso di anomalia si verifica l’arresto automatico delle funzioni. Il sistema prevede inoltre una scheda di rete per il controllo da remoto.